EAA

domenica 21 gennaio 2018 CROSS D. VALLAGARINA
Edizione 2018

Kenia ed Etiopia firmano il Cross della Vallagarina


di Tiziano Manfredi

Villa Lagarina – Kenia e Etiopa sui podi più importanti del 41esimo Cross Internazionale della Vallagarina, questo l'esito al fine della lunga giornata di corsa campestre targata Quercia Trentingrana (la società organizzatrice). L'etiope Telahun Haile Bekele (un cognome marchio di qualità) ha vinto il campo maschile, mentre la keniota Jeruto Norah Tanui ha vinto il campo femminile.
Come consuetudine le due prove assolute hanno chiuso il programme delle gare che hanno avuto inizio al mattino. Una bella giornata di sole, leggermente rovinata nel finale da un fastidioso vento, il percorso leggermenre allentato dal mix di nevischio caduto nella notte, ma svanito con i primi raggi di sole, e via alle competizioni.

Bekele tallonato da Chemutai (foto M. Volcan)
Bekele tallonato da Chemutai (foto M. Volcan)

Per i maschi quasi 10km per un tratto introduttivo e otto giri. Si forma al comando un gruppo di sei unità: cinque africani e la bella sorpresa di un italiano, Cesare Maestri. Dopo due giri il primo strappo di Bekele che spezza in due gruppetti i protagonisti della gara. Con lui rimangono l'altro etiope Yasin Haji e l'ugandese Albert Chemutai. Maestri è nel secondo gruppetto. Il ritmo decisamente elevato, la gara interessante. Un secondo strappo a due giri dal termine e la vittoria diventa una questione tra Bekele e Chemutai. Al suono della campana Bekele effettua il terzo affondo e guadagna qualche metro sull'unico rivale rimasto. Poi, sulla salita più impegnativa mostra di avere una marcia in più e si invola solitario verso la vittoria riportando dopo quattro anni di poetere keniano un etiope sul gradino più alto del podio. Finisce bene in quinta posizione l'italiano Cesare Maestri.

Cesare Maestri  (foto M. Volcan)
Cesare Maestri (foto M. Volcan)

Poco più di sei i chilometri per le donne,equivalente al passaggio introduttivo e cinque giri. Al via è la giovane speranza italiana Nadia Battocletti ad assumere il comando con l'altra azzurra Martina Merlo. Dopo un primo chilometro siffatto le redini della gara vengono prese in mano dalla keniota Norah Jeruto Norah Tanui.

L'arrivo solitario della Tanui (foto M. Volcan)
L'arrivo solitario della Tanui (foto M. Volcan)

Dietro di lei un terzetto, le due ragazze appena citate e la capitana della squadra italiana di cross Valeria Roffino. Davanti la Tanui nel frattempo mostra di non avere solo la volontà di vincere ma anche quella di correre molto forte. Falcate leggere e alta frequena scavano un divario di quasi un minuto tar lei e le inseguitrici. Merlo e Battocletti scivolano leggermente indietro, Valeria Roffino sale in seconda posizione e da dietro sale piano, piano Sara Bottarelli. Arriva ad oltre un minuto il vantaggio della prima sulle altre, Bottarelli raggiunge Roffino. Le due italiane iniziano un duello che si chiude sull'ultima salita. Qui, la Bottarelli mostra di avere più potenza e sale come un camoscio, mentre arranca la Roffino. Il podio è fatto con Bottarelli seconda e Roffino terza dietro alla regina del Kenia: Tanui. Corsa in rimonta per ceca Moira Stewartova che giunge quarta e per l'esperta Federica Dal Ri quinta. Sesta la junior Battocletti, che con molta intelligenza alla scontata vittoria nella sua categoria, ha preferito scegliere di cimentersi nella prova assoluta per capire cosa si deve fare per provare a diventare campioni.

Nadia Battocletti (foto M. Volcan)
Nadia Battocletti (foto M. Volcan)

Nelle prove juniores una vittoria trentina, Angela Mattevi, e una lomgobarda, Enrico Vecchi. Vittoria tranquilla per la Mattevi, tattiva per Vecchi che lascia sfogare con pazienza l'atleta della Quercia Trentingrana, Pornon Toure, per andare a vincere nella seconda parte della corsa “Sapevo che il mio avversario avrebbe ceduto alla distanza, perchè lui è un ottocentista” ha spiegato nel dopo gara il vincitore.

Pornon Toure (U.S. Quercia Trentingrana) secondo tra gli U20 (foto M. Volcan)
Pornon Toure (U.S. Quercia Trentingrana) secondo tra gli U20 (foto M. Volcan)

Ancora un lombardo primo tra gli allievi, Luca Polizzi, che vince sulla dirittura d'arrivo dopo che il ritmo era stato dettato dal trentino Alex Ceschini. Vittoria ceca nella prova allieve con Adele Kolackova.
Come consuetudine per tutte le altre gare dai ragazzi ai senior/master rimandiamo alle classifcihe che potete trovare sul nostro sito. E così va in archivio anche questa 41esima edizione del Cross Internazionale della Vallagarina con soddisfazione degli organizzatori e con un esito tecnico e spettacolare di alto livello.

Leggi tutti i Risultati

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0 sec.
:: U.S. Quercia Rovereto - Via Giovanni Palestrina, 3 - 38068 Rovereto (TN) - Tel. 0464 461500 ::