Notizie

mercoledì 14 agosto 2019 FIT TRENTINO
News

Deborah Chiesa subito out a Las Palmas, in Spagna


I quarti raggiunti una settimana fa nel torneo Itf da 60mila dollari di Varsavia, le avevano consentito di frenare la discesa e recuperare qualche posizione nel ranking Wta. Punticini di speranza e di fiducia, ma è una luce ancora troppo fioca quella che si intravede in fondo al tunnel in cui si è cacciata da quasi un anno Deborah Chiesa. La 23enne trentina incassa un’altra dolorosa sconfitta al primo turno, la nona della stagione, nel Disa Las Palmas De Gran Canaria, torneo da 25mila dollari con ospitalità in programma sui campi in terra rossa del Tennis Club Open Gran Canaria Nosolotenis di Las Palmas. Quella che scorre sull'isola di Gran Canaria affollata di allegri vacanzieri, è l’ennesima storia intrisa di sudore e lacrime, le battaglie della Chiesa, numero 352 delle classifiche mondiali, sono arse dal sole, divorate dalla lotta e dalla sofferenza, ma non c’è sorriso alla fine. Anche ieri il match contro la 20enne australiana Alexandra Bozovic numero 542 della graduatoria, uscita dalle qualificazioni, si trasforma presto nell’ennesima maratona di quasi tre ore, che fa felice la sua rivale, 6-4 2-6 6-2. Chi gioca a tennis lo sa, l’arte del colpo di grazia, la capacità di chiudere un match quando dovresti è una disciplina a parte, un’arte che Deborah evidentemente non è riuscita ad affinare quanto i suoi colpi da fondo. La partita anche stavolta ha dentro tante altre partite, che non le restituiscono il risultato che servirebbe per rialzare la testa: la Chiesa parte bene, 2-0, ha un’altra possibilità di allungare con la battuta, avanti 3-2, ma non coglie l’attimo e si fa risucchiare nel palleggio della Bozovic. Cede il primo set, ma reagisce decisa, e anche questa non è una novità, trova la profondità e il coraggio che le erano mancati nei momenti chiave del primo set, domina il secondo, ma ancora una volta stacca la spina all’inizio del terzo. Lascia a zero il game d’apertura all’australiana, perde mordente e campo poco sostenuta dal servizio e comincia a sbagliare qualche palla di troppo con il diritto. La Bozovic ne approfitta per scappare 3-0, 4-1 e 5-2, Deborah prova a scuotersi, ma alla sua avversaria basta tenere i propri turni di battuta per conquistare in un’ora e trentasei di gioco l’accesso al secondo turno, dove troverà la romagnola Lucia Bronzetti, brava a rovesciare il pronostico con la russa Anastasiya Komardina, finalista una settimana fa a Varsavia, 22enne moscovita, risalita al numero 246 dopo essere sprofondata da 174 al numero 591 la passata stagione. La Chiesa e la Bronzetti aveva giocato insieme il doppio, ma erano uscite subito di scena martedì, sconfitte in rimonta 4-6 6-3 10-5 dalle favorite numero uno del tabellone, la belga Kimberley Zimmermann e la francese Manon Arcangioli.

di Luca Avancini
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585