Notizie

venerdì 31 maggio 2019 FIT TRENTINO
News

Itf di Grado: Deborah Chiesa piegata in tre set dalla Sramkova


Altri piccoli rimpianti. Un’altra svolta mancata. Deborah Chiesa ha rialzato l’asticella, ritrovato l’intensità del suo tennis e la voglia di lottare, ma continua fermarsi a pochi metri dal traguardo, da quella vittoria che potrebbe girare la stagione e rilanciarla in classifica. Succede anche sui campi in terra rossa del Tc Grado, dove si gioca il XXII Torneo Internazionale Femminile "Città di Grado", prova Itf da 25mila dollari di montepremi: la 22enne di Trento corre, reagisce, affonda i colpi, si illude di poter cambiare la storia di una partita che assomiglia più a una maratona che a una sfida di tennis, tre ore e trentaquattro minuti di battaglia durissima, ma alla fine deve cedere 5-7 7-6(4) 6-4 alla slovacca Rebecca Sramkova, classe 1996, numero 198 al mondo e settima testa di serie, tennista dal gran fisico, un metro e ottanta di altezza, dotata di lunghe leve, ma capace di spingere forte da fondo campo, sconfitta solo una settimana fa da Jasmine Paolini al secondo turno delle qualificazioni del Roland Garros. Riappare il sole, ma il pomeriggio della trentina si tinge di nero, lascia con l’amaro in bocca, il rammarico delle occasioni perdute. Tante nell’arco di un match di secondo turno che ha cambiato troppe volte direzione: Debby lo approccia male, subito in apnea 1-4, poi rialza la testa, recupera rovescio e servizio per comandare il gioco, nel secondo set si lascia nuovamente sorprendere dalla slovacca che riesce a forzare lo scambio, manca diverse opportunità per restare in scia nel punteggio, sotto 2-4 e 3-5, salva due set point sul 4-5, ma poi non sfrutta una delicatissima palla break sul 5-5 che avrebbe potuto affossare la rivale, tornata spietata e precisa nel tie-break. Il terzo set scivola via sino al 4-4 in perfetto equilibrio, poi al nono game la Sramkova piazza lo strappo decisivo, Deborah non molla, cancella due match point e si procura un’opportunità per il 5-5, ma la slovacca stavolta non esita e alla terza occasione chiude il conto. Peccato.
La seconda piccola delusione di giornata è arrivata dal doppio, la trentina era stata brava a raggiungere le semifinali in coppia con la lettone Diana Marcinkevica; le due però hanno ceduto 6-4 6-1 con l’uzbeka Akgul Amanmuradova e la rumena Cristina Dinu, seconde favorite del seeding.

di Luca Avancini
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585