Notizie

martedì 6 novembre 2018 FIT TRENTINO
News

Deborah Chiesa: esordio sfortunato a Las Vegas


Altre buone sensazioni, altri rimpianti. Continua il momento poco fortunato di Deborah Chiesa che è uscita di scena al primo turno nel "Red Rock Open", torneo Itf da 80mila dollari di montepremi in programma sui campi in cemento del Red Rock Country Club di Las Vegas, in Nevada. La 22enne di Trento, numero 226 delle classifiche mondiali, ha ceduto 7-5 0-6 6-3 in due ore esatte di gioco all'americana Alexandra “Allie” Kiick, numero 171, match interpretato con personalità, a tratti su ottimi livelli, vedi secondo set, ma senza quella continuità necessaria per dare la giusta svolta.
RAMMARICO - Debby ha avuto un buon approccio, ha mantenuto a lungo l'iniziativa senza riuscire però a trovare il sostegno della battuta, troppo ballerina (sette ace, ma una percentuale di poco inferiore al 50% di prime palle), per sfruttare al meglio i momenti caldi e girare definitivamente dalla sua parte il primo set. La trentina, dopo essere salita sul 4-2, è andata a servire avanti 5-4, ma la Kiick ha risposto con coraggio, e recuperato sul 6-5 un game decisivo da 15-40 ancora con la Chiesa in battuta per chiudere in testa la prima frazione. L'azzurra ha reagito con grande determinazione dominando il secondo parziale, ma nel terzo è partita subito male, incassando un parziale di otto punti a uno. Eppure non ha mollato la presa, è rientrata dall'iniziale 0-2 sul 2-2, salvo poi restituire immediatamente il break, strappo che non è più stata in grado di ricucire.
CHE STORIA - Brava in ogni caso la tennista di Fort Lauderdale, classe 1995, con un best ranking al numero 136 raggiunto nel settembre del 2014, tornata a frequentare con successo il circuito un anno fa dopo un calvario interminabile e un lungo stop di 695 giorni. Pensate che la Kiik si era dovuta fermare nell'estate del 2015 per affrontare due terribili quanto spietati avversari: un melanoma e una osteocondrite dissecante, che l'ha costretta ad operarsi ad entrambe le ginocchia ben quattro volte. Avversari che hanno messo seriamente a rischio qualcosa di molto più prezioso di una carriera tennistica: la vita. Sorretta da un'incredibile forza di volontà la 23enne americana ha trovato l'energia per vincere entrambe le partite e ritornare più determinata che mai sui campi da gioco.
PAOLINI - Nel torneo statunitense è impegnata un'altra italiana, Jasmine Paolini: la 22enne toscana, numero 190 delle graduatorie Wta, ha pescato all'esordio la principale favorita del torneo, la svizzera Belinda Bencic, classe 1997, numero 47 al mondo, match programmato nella tarda serata di ieri. La Chiesa e la Paolini hanno disputato insieme il torneo di doppio, le due azzurre sono state sconfitte al primo turno per 7-6(5) 6-1 dalle americane Nicole Gibbs e Heather Watson, quarte favorite del tabellone.

di Luca Avancini
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585