Notizie

sabato 30 giugno 2018 FIT TRENTINO
News

Fase nazionale di serie C: Levico e Argentario al turno decisivo


Tc Livorno e Aureliano Tennis Team di Civitavecchia. Il turno preliminare della C nazionale ha provveduto a definire gli abbinamenti delle due formazioni trentine, l’At Levico nel torneo maschile e l’Argentario in quello femminile. Entrambe hanno il salto di categoria nel mirino, impresa sicuramente alla portata, anche perché sia i valsuganotti che le ragazze di Cognola sono stati posizionati un turno avanti nel tabellone, in qualità di testa di serie, e dovranno quindi aggirare un solo scoglio, anche se in trasferta per conquistare la promozione in serie B. L’appuntamento è per domenica 1 luglio, il Levico sarà di scena in terra toscana, mentre l’Argentario sarà impegnato a Civitavecchia. E’ prevista gara secca, senza appello.

QUI LEVICO – I valsuganotti sono pronti a calare un carico decisamente pesante per la categoria, lo spagnolo Jaume Pla Malfeito, 22enne catalano di Barcellona, numero 675 delle graduatorie mondiali. Il tennista iberico (foto in alto) era impegnato questa settimana nel torneo Itf di Alkmaar in Olanda, la sconfitta in tre set con il tedesco Marvin Moeller rappresenta una buona notizia per Zarantonello e compagni che potranno averlo quasi sicuramente a disposizione domenica. Accanto a Malfeito ci dovrebbero essere Alessandro Luisi, 2.3 di Andora, un paesino ligure a circa 40km da Arma di Taggia (città natale di Fognini), un titolo in bacheca conquistato nel 2016 a Novi Sad, in Serbia; lo slovacco di Nova Bana Jan Stancik, 2.4 di grande esperienza, classe 1983, arrivato da Desenzano con quattro titoli Itf in saccoccia e un best ranking di tutto rispetto al numero 388, toccato nell’estate del 2008, il 2.4 Lorenzo Schmid, un giovane emergente come Tommaso Pederzolli, ed elementi affidabili quali Alvise Zarantonello e Alessandro Balzan. Il Tc Livorno si è imposto 5-1 nel pre turno con il Ct Cervia Milano Marittima, non inganni il punteggio il confronto è stato molto equilibrato. Sull’economia ha pesato non poco il ritiro di Paolo Pambianco, il tennista forlivese con un passato da Pro, è stato numero 160 delle classifiche mondiali nel 1991, che a dispetto dell’età, compirà cinquantun anni il prossimo luglio, si era dimostrato ancora piuttosto competitivo, al pari dell’altro veterano che ha frequentato a lungo il circuito Itf, il romano Alessandro Rondinelli, classe 1978, vittorioso 7-5 al terzo con il 2.5 livornese Leonardo Cocchella. Il 35enne Riccardo Rondinelli, 2.7 fratello di Alessandro ha ceduto 7-6 al terzo dopo aver mancato quattro match point con il ventenne 2.4 Tommaso Schold, mentre il 3.1 Paolo Mazzavillani si è arreso a sua volta alla distanza con il maestro livornese Marco Lepri. I doppi hanno fatto la differenza a favore dei toscani che hanno il punto di forza nel 2.3 Gregorio Lulli, 21enne di casa che qualche settimana fa, al rientro dopo otto mesi di stop, ha conquistato il primo punto Atp della sua carriera nel trofeo Azimut di Bergamo, vinto poi da Riccardo Bellotti. Il tennista livornese, che si allena con Claudio Galoppini, già coach di Paolo Lorenzi, ha vissuto una discreta carriera junior, ma tra i pro non è mai andato oltre il numero 1692 della graduatoria Atp. Almeno sino ad ora.

QUI ARGENTARIO – Il fattore campo è l’unica vera incognita per le ragazze del presidente Massimo Frizzi, che si affiderà alla 18enne Monica Cappelletti, in un momento di grazia, certificato dai quarti raggiunti nell’Itf di Sassuolo e dalla vittoria a Tarvisio sulla paraguaiana Camila Giangreco Campiz, numero 620 Wta. A disposizione ci saranno poi le sorelle trevigiane Elena e Francesca Covi, l’ex atina Caterina Odorizzi, fresca di titolo provinciale under 18, la giovanissima promessa marchigiana Sofia Rocchetti, 2.4, e la 2.5 Laura Mair, altoatesina di Selva di Valgardena, classe 2003. Cappelletti e compagne affronteranno l’Aureliano Tennis Team di Civitavecchia, vittorioso per 3-1 sul Country Time Club Palermo. Classifiche alla mano erano le siciliane a partire favorite, ma l’età media piuttosto bassa della squadra, suggeriva di non trascurare affatto le possibilità delle laziali che tra l’altro giocavano in casa. Ed è stato proprio quel pizzico di esperienza in più a spostare gli equilibri a favore delle tenniste di Civitavecchia: la 2.5 palermitana Giulia Tedesco, ragazzina emergente classe 2002, si è fatta imbrigliare in tre set dalla 18enne 2.6 Virginia Poggi, la giocatrice di miglior classifica delle laziali, mentre solo la 17enne 2.7 agrigentina Elena Di Battista è stata capace di tenere aperto il discorso sino al doppio, battendo la 2.7 Lavinia Bollo, classe 1999, 6-4 al terzo, dopo la netta sconfitta della 16enne 3.2 Anita Pedullà con la 3.4 Eleonora Palumbo. Nel momento della verità è uscita però la maggiore attitudine a certi livelli della coppia di casa Copponi-Poggi che ha assicurato alle romane il punto della qualificazione, anche se ci sono voluti tre set per piegare le ragazzine palermitane.

di Luca Avancini
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585