Notizie

venerdì 1 giugno 2018 FIT TRENTINO
News

Roland Garros Junior: esordio positivo per Melania Delai


Si sono quasi incrociate nei cieli di Parigi. Deborah Chiesa in viaggio di ritorno verso Roma, dopo la straordinaria esperienza vissuta sulla terra rossa del Roland Garros, Melania Delai in arrivo dall’Italia per inseguire altre emozioni su quegli stessi campi nel torneo di qualificazione degli Open di Francia Juniores. Storie che si intrecciano, anche Deborah passò di qui da junior cinque anni fa, con tanti sogni e speranze racchiusi nel borsone insieme alle racchette. L’avventura di Melania, 16 anni il prossimo ottobre, è cominciata nel migliore dei modi con una vittoria convincente nel match d'esordio con la giapponese Natsumi Kawaguchi, sconfitta 7-5 6-0. Un po’ di inevitabile tensione all'inizio, poi la Delai si è sciolta e ha dominato il gioco. Ora l’aspetta nel turno decisivo per il main draw la russa Oksana Selekhmeteva, che ha eliminato a sorpresa l’ucraina Daria Snigur, sesta favorita del seeding. Un debutto con il piglio giusto per la trentina che non vedeva l’ora di confrontarsi con il fascino unico del torneo parigino. “Ero emozionata, ma anche un po’ curiosa – si confida - ho sempre sognato di partecipare a uno slam. Sapere poi che poco distante giocano i big e immaginare di poter essere lì tra qualche anno, rende la cosa doppiamente eccitante. Ma sono anche orgogliosa di essere riuscita a centrare un obiettivo che mi ero prefissata a inizio stagione.”
DEBORAH - Idee chiare, carattere forte, inutile aggiungere che Melania ha tanti tratti in comune con Deborah: “Lei è stata davvero fantastica – ammette - mi è dispiaciuto tanto che non sia riuscita a raggiungere il secondo turno. Non l’ho vista giocare, ma l’ho seguita in Fed Cup con la Spagna e mi ha entusiasmato. Ha dimostrato tanta determinazione e volontà, sono le caratteristiche di noi trentini: essere decisi e testardi. E’ un bellissimo esempio per i giovani che si avvicinano al tennis, ha sempre lottato e lavorato sodo per raggiungere il suo sogno, si è allontanata da casa, dagli affetti, per alzare ancora il suo livello. Un po’ mi ci riconosco. Tanti sacrifici, tante rinunce, ma per un obiettivo preciso

.” Anche Melania come Debby è partita dal tabellone di qualificazione, con quali aspettative? “Il torneo è davvero tosto, con giocatrici esperte e molto forti, ma io sono venuta qui per lottare, e per giocarmela con tutte.” Questa settimana intanto Melania toccherà il suo best ranking al numero 73 delle classifiche internazionali di categoria, seconda tennista italiana dopo l’anconetana Elisabetta Cocciaretto, convocata lo scorso febbraio in Fed Cup.
ANGELICA - La stagione è stata sin qui altamente positiva, il momento più intenso il successo in un torneo Itf maggiore in doppio ad Hammamet, al fianco di un’altra trentina, Angelica Moratelli. “Con Angelica ho un rapporto di amicizia che va oltre il campo – spiega Melania - Ci alleniamo spesso insieme a Padova, e sono molto felice di aver vinto il primo titolo proprio con lei, è una compagna eccezionale perché sa giocare piuttosto bene il doppio. Quella vittoria la ricorderò per sempre.” In Tunisia ha preso anche il primo punto WTA che dovrà confermare in altri due tornei. Un’altra data da segnare in calendario. E a proposito di calendario, facile immaginare che resterà fitto di impegni anche dopo il Roland Garros: “Mi fermerò per qualche giorno anche perché dovrò fare gli esami scolastici per passare dalla seconda alla terza liceo. Poi voglio prepararmi al meglio per Wimbledon che spero di giocare a luglio. Quindi mi allenerò in Spagna a Barcellona sempre con il mio coach Alessandro Bertoldero, ma con ragazze professioniste. Per migliorare bisogna sempre confrontarsi sia con qualcuno di più forte e di maggiore esperienza. Questa vita non mi pesa, a me piace parecchio viaggiare e vedere e provare cose nuove. Forse andrò anche un breve periodo da Claudio Pistolesi, magari proprio prima degli Us Open.”
CRESCITA - Dall’inizio dell’anno la crescita è stata costante: “Stiamo lavorando tantissimo sulla parte tecnica e atletica, senza dimenticare la parte tattica. Ho due preparatori atletici che mi sanno aiutando tantissimo, e voglio ringraziarli, sono Mirko Cappellato e Max Todeschi, che stanno facendo un lavoro davvero super; tosto, impegnativo ma anche divertente.” Intanto è lievitata anche la qualità del tennis. “Sì, credo di essere migliorata davvero tanto sui colpi. Servizio e diritto stanno andando davvero forte, sono soddisfatta anche se sono bene che devo crescere ancora parecchio sotto tutti i punti di vista.”
SPIRITO OLIMPICO - Qualche settimana fa è arrivata anche la convocazione da parte del CONI e dalla FIT per le Olimpiadi juniores che si terranno in Argentina ad ottobre: “Sono molto orgogliosa di poter rappresentare l’Italia in una manifestazione così importante; ci saranno le più forti giocatrici di ogni nazione juniores. L’estate scorsa ho partecipato alle olimpiadi junior a GYOR in Ungheria, e ho conosciuto ragazzi e ragazze di varie nazioni e di varie discipline; è stato bellissimo. La cerimonia di apertura la ricorderò per tutta la vita. Ho condiviso la stanza con il gruppo delle nuotatrici, capitanate da un altro trentino, Walter Bolognani, che è stato anche allenatore di mia madre quando nuotava.".
RICORDI - “Ho un ricordo forte di ogni tappa tennistica che ho fatto fino adesso: dalla prima palla colpita e prima vera lezione con il maestro Sisto Fusco a Martignano, che ancora sento e a cui sono affezionata, ad ogni torneo fatto, ogni città visitata, ogni trofeo, e anche qualche sconfitta un po’ sofferta, al primo punto WTA, al titolo con Angelica. Insomma il tennis oltre alle soddisfazioni sul campo mi sta regalando dei momenti che resteranno per sempre dentro di me”.

di Luca Avancini
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585