Notizie

lunedì 26 marzo 2018 FIT TRENTINO
News

Campionati a squadre: Serie C calendario 2018


Chiamatela pure serie C grandi firme. Il livello della massima competizione a squadre provinciale è cresciuto enormemente quest’anno a tutto vantaggio dell’interesse e dello spettacolo, che non mancherà di sicuro sui campi trentini, soprattutto a livello maschile, ma non solo. Merito anche di alcune fortunate coincidenze, in primis lo slittamento a ottobre dei campionati di A2, che permetterà a circoli quali Ct Trento e Ct Rovereto di utilizzare qualche big per affinare la condizione, in vista degli appuntamenti più importanti. Sette le squadre iscritte sia nel torneo maschile che in quello femminile, girone unico con la vincente promossa alla fase nazionale. Il via domenica 8 aprile.
LA B NEL MIRINO – Chi non si nasconde è l’At Levico che dopo aver assaporato per due anni il tabellone nazionale della serie C, ha deciso di puntare dritto alla promozione in B. Per questo è pronto a calare tre carichi decisamente pesanti per la categoria, lo spagnolo Jaume Pla Malfeito, 22enne catalano di Barcellona, numero 675 delle graduatorie mondiali, Alessandro Luisi (foto in alto), 2.3 di Andora, un paesino ligure a circa 40km da Arma di Taggia (città natale di Fognini), numero 976 Atp, con un titolo in bacheca conquistato nel 2016 a Novi Sad, in Serbia; e dulcis in fundo lo slovacco di Nova Bana Jan Stancik, 2.4 di grande esperienza, classe 1983, arrivato da Desenzano con quattro titoli Itf in saccoccia e un best ranking di tutto rispetto al numero 388, toccato nell’estate del 2008. Giocatori che andranno a rinforzare la rosa dei campioni in carica, che già comprende il 2.4 Lorenzo Schmid, un giovane emergente come Tommaso Pederzolli, ed elementi affidabili quali Alvise Zarantonello e Alessandro Balzan. Arrivare in fondo non sarà però una passeggiata, anche perché Ata, Trento e Rovereto sembrano più che mai intenzionate a mettere i bastoni tra le ruote ai valsuganotti. In particolare il Trento che punterà su vecchi marpioni della categoria come il 2.5 valtellinese Sasha Rampazzo e il 2.6 meranese Matthias Wolf, insieme a Pietro Pecoraro ed Eugenio Candioli. Ricca di promettente talento l’Ata, quasi una piccola serie A visto che in lista ci sono Mattia Bernardi, Davide Ferrarolli e Stefano D’Agostino, piccoli eroi dell’ultima salvezza nella massima serie, affiancati da Davide Santuari e dal 19enne argentino di Salta Juan Marin Jalif, ex numero 37 delle classifiche internazionali junior, uno degli ultimi arrivati alla corte del presidente Renzo Monegaglia. Può dare parecchio fastidio anche il Rovereto, guidato dal 2.5 Mattia Lotti e con un drappello di terza attrezzati per reggere l’urto come Nicholas Segarizzi, Bernardo Bernardinelli e Nicola Carollo, senza dimenticare un certo Luca Stoppini. Almeno un gradino sotto le altre che dovranno lottare per la salvezza. Il Brentonico si è irrobustito ingaggiando gli ex roveretani Giulio Tranquillini e Andrea Dossi, rispettivamente 2.6 e 3.2, validi sostegni per il gruppo guidato dal 3.1 Mirko Medda, gruppo che non andrà preso sotto gamba soprattutto in casa propria. Ha ringiovanito le fila invece l’Arco che ha perso il suo miglior giocatore, il 2.6 Giacomo Fratton, passato al Tennis Modena, spazio agli under Simone Versini e Cristian Cauzzi, insieme ad Alessio Bresciani e Federico Nicolodi. Tutto lascia pensare che gli arcensi si giocheranno la permanenza in categoria con la seconda squadra del Ct Trento, un mix di giovanile esuberanza e maturità tennistica, con giocatori quali Pietro Biscaglia e Shaka Cristellotti, Alessandro Duca e Giacomo Springhetti.
L’ARGENTARIO GUARDA LONTANO – Nel femminile ha fretta di bruciare le tappe la neo promossa Argentario, che dopo aver dominato in D1 con le sorelle trevigiane Elena e Francesca Covi, l’ex atina Caterina Odorizzi, e la giovanissima promessa marchigiana Sofia Rocchetti, si è assicurato altri due rinforzi coi fiocchi per tentare un nuovo salto di categoria. Dal Ct Trento è arrivata la 18enne di belle speranze Monica Cappelletti, in compagnia della giovanissima Laura Mair, altoatesina di Selva di Valgardena, 2.5 classe 2003. Due acquisti per alimentare le aspirazioni del presidente Massimo Frizzi. Classifiche alla mano dovrebbero essere le solite note, Ata, Rovereto e Trento a sforzarsi di recitare la parte delle guastafest. L’Ata può fare affidamento sulla 2.6 Sara Eccel e su ragazzine toste come Sveva Bernardi, Martina Schmid e Beatrice Zanlucchi, il Rovereto ha recuperato Alessia Dario e ha due giocatrici solide come la 2.4 Elisa Visentin e la 2.6 Viola Cioffi, mentre il Trento ha tenniste che hanno già giocato e con ottimi risultati la serie B, come Lucrezia Maffei, Giulia Maistrelli e Timossena Milenkovic. Gioventù ed esperienza, l’Arco punterà sulla crescita di Alessandra Versini e sulla tempra di veterane di lungo corso come Angela Armici e Viola Lorenzi per rincorrere l’unico obiettivo possibile, la salvezza. Lo stesso dicasi del Tc Brentonico che si difenderà con Alessia Passerini e Sara Temporin, magari facendo la corsa sul Trento B, classifiche alla mano, la meno attrezzata del gruppo, potendo contare su una sola giocatrice di seconda, Ludovica Dalsasso,


Allegati:

di Stefano Sembenotti
Argomenti

News

Cerca in notizie

Inserire una parola di almeno 4 caratteri. Istruzioni.

Enter a word at least 4 characters. Instructions.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,016 sec.

FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS - COMITATO TRENTINO
SanbaPolis CONI | via della Malpensada 84 | 38123 TRENTO | Telefono: 0461 237162
E-mail: federtennis@fittrentino.it
Partita IVA: 01379601006 | Codice fiscale: 05244400585